Il testo unico per la sicurezza nel lavoro istituisce il cosiddetto Comitato per il coordinamento della vigilanza sulla sicurezza sul lavoro, che include, al proprio interno, anche un rappresentante dell’Inail.

Il TU 81 istituisce, inoltre, la Commissione consultiva per la sicurezza sul lavoro, il cui compito è quello di redigere ogni anno una relazione sull’applicazione delle normative in questo ambito, valorizzando, inoltre, i codici di condotta e gli accordi sindacali.

Viene creato, infine, il Sinp, cioè il Sistema informativo nazionale per la prevenzione, che ha lo scopo di pianificare, orientare e verificare l’efficacia di tutte le attività di prevenzione delle malattie e degli infortuni professionali, indirizzando e programmando l’attività di vigilanza.

I controlli possono avvenire sempre e in qualunque momento a discrezione degli organi di vigilanza, tuttavia essi sono riconducibili tipicamente a degli scenari precisi quali:

  • infortuni sul lavoro e incidenti;
  • segnalazioni e richieste di intervento (in particolare da parte di RLS o coordinatori per la sicurezza);
  • attività di controllo degli enti (ovvero controlli pianificati per settore o comparto produttivo);
  • verifiche ispettive su segnalazioni da parte di altri enti preposti alla vigilanza.

Inoltre, il personale deputato del Ministero del Lavoro può esercitare la funzione di vigilanza nei seguenti casi:

  • Attività che presentano rischi molto elevati per la salute dei lavoratori e dei cittadini,
    • Cantieri di grandi opere,
    • Lavori che prevedono grandi cassoni di acqua.

Nel caso in cui si verifichi un’ispezione al fine di stabilire il livello di sicurezza di una impresa, l’attività ispettiva dei vigilanti prevede che vengano analizzate le condizioni di lavoro, le documentazioni relative alla sicurezza sul lavoro prodotte dall’impresa interessata, i macchinari e gli ambienti di lavoro, al fine di realizzare un verbale conclusivo dell’ispezione.

L’art.300 del D.lgs. 81/08 stabilisce che i responsabili di eventuali mancanze, in materia di sicurezza, sono il Datore di Lavoro per primo, seguito dal Dirigente della compagnia, dal Preposto e dal Medico Competente.

Il software Safe App può aiutarti a semplificare, gestendo il monitoraggio e la pianifica minuziosa di vari processi aziendali, quali attività, progetti e corsi di formazione.

Per avere ulteriori informazioni, non esitare a contattarci!

CREDITS:

Punto Sicuro

Sicurezza

StudioCataldi