Il Ministero del Lavoro spiega nella circolare del 17 maggio 2017 le modalità di rinnovo dell’abilitazione alla verifica periodica delle attrezzature previste dal decreto ministeriale dell’11 aprile 2011.

Coloro che sono già abilitati a effettuare verifiche periodiche delle attrezzature devono presentare istanza di rinnovo al Ministero delle politiche sociali, Direzione Generale della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali – divisione III, ogni 5 anni.

All’istanza sarà necessario allegare altri documenti:

  1. la fotocopia del documento d’identità del legale rappresentante;
  2. la dichiarazione sostitutiva della certificazione della non esistenza delle cause di divieto, sospensione o decadenza;
  3. la dichiarazione del rappresentante legale che vi sono ancora le condizioni che hanno consentito al rilascio dell’abilitazione (i requisiti sono nell’allegato I del decreto), in calce va indicato il numero del documento d’identità, l’ente che l’ha rilasciato, la data di rilascio e la scadenza;
  4. la copia della polizza di assicurazione per responsabilità civile;
  5. il prospetto delle attività di aggiornamento del personale;
  6. una tabella in Excel delle competenze territoriali e del personale verificatore;
  7. la dichiarazione della pubblicazione sul sito internet della tabella al punto precedente;
  8. la documentazione della manutenzione e taratura delle attrezzature in uso durante i 15 anni di attività;
  9. un elenco delle verifiche effettuate con esito negativo e i verbali.

L’istanza andrà trasmessa per posta elettronica.

Credits:

Il sole 24 ore 

Gazzetta Ufficiale